Grazie all allenamento lappone pronta per i World Games 2017?!

Comment

Grazie all allenamento lappone pronta per i World Games 2017?!

Domani iniziano i World Games, i giochi olimpici per gli sport non olimpici, per noi orientisti! Martedì 25.7 correremo la gara sprint nel centro di Wroclaw, mercoledì la media distanza nel bosco di Trzebnica e giovedì la sprint-relay in un parco e e nello Zoo di Wroclaw. Siamo un gruppetto piccolo (due donne e tre uomini) e non vediamo l’ora di lottare per le medaglie. È la mia prima partecipazione a un evento così grande, ed è un vero onore fare parte della delegazione svizzera a questi World Games. Oltre alle mie gare, sono anche curiosa di assistere alle altre discipline sportive che partecipano a questi giochi.

Primo allenamento nel bosco per i World Games

Primo allenamento nel bosco per i World Games

Fino ad ora tutto è organizzato perfettamente. Noi orientisti abitiamo tutti nello stesso hotel, il trasporto agli allenamenti e alle gare è organizzato per tutti con i bus e anche la mensa che è per tutti gli sportivi assieme è buona e funziona perfettamente. Sono fiduciosa che ci aspettano delle ottime gare!

Su questo sito potete seguire un po’ tutto l’evento, tutte le discipline che parteicpano a questo evento e chiaramente anche i miei risultati.

bosco della middle dei world games

bosco della middle dei world games

La preparazione a questi World Games è stata un po’ diversa dal solito, e non proprio così specifica…. Infatti dopo i mondiali sono andata diretta in Finlandia, e dopo aver passato il weekend a Tampere, Flo, Sina e Sevä abbiamo preso il treno verso il nord…. Tampere – Oulu (5h30min di treno) , Oulu – Rovaniemi (2h treno) , Rovaniemi – Kittilä (2h bus) e infine Kittilä – Äkäslompolo (45min in macchina) è stato il nostro "viaggietto"!

Ad Äkäslompolo i genitori di Flo hanno una casetta e così mi hanno convinto a visitare questo posto. In generale a me piace molto il nord… ma le vacanza mi piacciono anche al mare e al caldo. ;-)  La natura della Lapponia Finlandese è meravigliosa, con boschi infiniti, qualche laghetto qua e la e le colline dell’ Ylläs. Purtroppo abbiamo però avuto un po di sfortuna e il tempo non era sempre dei migliori, arrivando a dover mettere termica, guanti e berretta per andare a correre.

Allenamento con il sole!

Allenamento con il sole!

Comunque ci siamo divertiti a correre, passeggiare, andare in bici e grigliare makkara e marshmallow sul fuoco. Abbiamo anche fatto un gita di tre giorni ancora più a nord, a Kilpisjärvi dove si incontrano la Finlandia, la Norvegia e la Svezia. Il giorno di pioggia l'abbiamo passato nei negozi e nei caffè di Tromsö per poi tornare di nuovo a Äkäslompolo.

in bici

in bici

makkara al fuoco

makkara al fuoco

Un Highlight delle vacanze è anche stato il NUTS Yllas-Pallas, un Trail Run di 30km che abbiamo fatto per divertimento! :-) Di km ne ho quindi fatti abbastanza.... ora vediamo se sono ancora veloce! Che i giochi abbiano inizio!

Kilpisjärvi: punto di Norvegia, Svezia e Finlandia! 

Kilpisjärvi: punto di Norvegia, Svezia e Finlandia! 

Comment

3 - 4 - 5 - 6!

Comment

3 - 4 - 5 - 6!

3 – 4 – 5 - 6! I ranghi delle mie gare ai mondiali di CO 2017 in Estonia! Su 4 gare ho vinto 4 diplomi (di cui una medaglia di bronzo). Dopo ogni gara che ho corso ho quindi avuto l’onore di andare sul podio alla premiazione.  

È stata decisamente una settimana indimenticabile! Avevo obiettivi alti per questi mondiali, soprattutto nelle due gare sprint, ma che andasse così bene non me lo sarei mai sognata! Soprattutto il mio quinto rango nella lunga distanza è stata una bellissima sorpresa, che mi ha lasciato un po’ senza parole. Non sono ancora riuscita veramente a digerire tutte le emozioni e veramente a capire tutto quello che ho raggiunto. Forse scrivendo questo articolo riesco a rendermene conto… Di seguito un piccolo riassunto in ordine cronologico.

6: La sprint – diploma confermato!

L’anno scorso ai WOC 2016 in Svezia ho corso solo la gara sprint. L’occasione unica l’ho sfruttata e al primo colpo ho vinto un diploma raggiungendo il 6. Rango. Chiaramente l’anno dopo non si vuole peggiorare… e così il mio obiettivo di quest’anno era di confermare il mio diploma dell’anno scorso. Ero convinta di essere in ottima forma, ma al contempo confermare un risultato è sempre più difficile… Inoltre la sprint alla coppa del mondo in Finlandia, malgrado una buona gara tecnicamente era risultato solo un 14esimo rango. Così ero motivata alla partenza, ma anche molto nervosa.

La qualifica il giorno prima è andata liscia come l’olio. In neanche 11 minuti ho corso la mia qualifica sprint senza prendere troppi rischi e senza dare il massimo. Grazie al secondo rango raggiunto nel mio heat C, nella finale ho potuto partire quasi alla fine, un minuto prima della campionessa del mondo in carica Maja Alm. Questo mi ha motivato, visto che volevo arrivare all’arrivo prima di Maja ma al contempo ero consapevole che anche se lei mi raggiunge o sorpassa può comunque risultare un ottimo rango.  Così son partita grintosa e ho corso il primo giro in modo sicuro. Al passaggio spettacolo sento di essere 17 secondi in ritardo,  e che Maja è poco dietro. Questo mi ha motivato a correre ancora più veloce e infine Maja mi ha preso, ma solo all’ultimo punto. E grazie a lei ho poi fatto uno sprint finale massimale che mi ha fatto ottenere il 6.rango! Ero contenta all’arrivo e soprattutto molto soddisfatta del rango. A casa, durante l’analisi gara, mi sono però resa conto di aver preso varie scelte sbagliate (primo punto, 5. Punto, 6, punto). C’è quindi ancora potenziale di miglioramento!

Risultati sprint Q

Risultati Sprint F

GPS sprint

passaggio spettacolo sprint

passaggio spettacolo sprint

Dop ola premiazione sprint e sprint relay

Dop ola premiazione sprint e sprint relay

3: La staffetta-sprint – il culmine!

Correre la staffetta sprint ai mondiali era il mio grande obiettivo di quest’anno. Già l’anno scorso era riserva ai WOC, e dopo lo stop di Rahel Friederich in autunno ho deciso che nel 2017 voglio correre a tutti i costi. Ed è stata la scelta migliore! Già tutta la preparazione a questa gara è stata molto speciale. Per una volta la preparazione si fa uomini e donne insieme, abbiamo avuto vari incontri, tante discussioni, preparazioni insieme e soprattutto tutti e quattro eravamo convinti: vogliamo una medaglia! Anche il terreno era unico: la cittadina di Viljandi con il castello e i ripidi pendii hanno reso la gara speciale tecnicamente e soprattutto molto dura fisicamente. Io ho corso la prima tratta ed è stata quasi perfetta. Il percorso era proprio come ci eravamo preparati e visto le gambe mi han portato su e giù dalle colline più velocemente di tutti gli altri, ho potuto vincere la prima tratta! Dopo però è iniziata la “lunga” attesa, dove ho dovuto seguire dal grande schermo prima Flo, poi Tinu e il suo errore e infine la grande rimonta di Sabe! E alla fine… abbiamo potuto festeggiare la gran desiderata medaglia!! Che emozioni!

Risultati staffetta sprint

GPS Sprint-Relay

pronti, via!

pronti, via!

Bronzo!!

Bronzo!!

5: La lunga distanza – la sorpresa!

Correre una disciplina nel bosco a questi mondiali era l’obiettivo ottimale del 2017. Nel bosco sono migliorata molto, ma le ambizioni erano ancora molto minori in confronto alla sprint. E così avevo molto rispetto per la mia “premiere” nella disciplina regina, ma dopo gli ottimi risultati della sprint ho anche potuto correre senza troppa pressione, concentrandomi sul lavoro tecnico e divertendomi. Sono partita molto bene, al 4 punto ho già recuperato la mia amica norvegese Ida Marie, ma subito ci siamo di nuovo divise sulla tratta lunga seguente. La farfalla era in una zona verde e molto difficile. Ho fatto due piccoli errori ma son riuscita a rimanere tranquilla e a continuare concentrata. All’ultimo punto della farfalla, ho ritrovato Ida. E così nell’ultima parte della gara avevo Ida con me (e talvolta anche qualche altra atleta) e siamo riuscite a spingerci fisicamente e anche ad aiutarci a trovare i punti. Sono arrivata all’arrivo con il miglior tempo, e soprattutto straorgogliosa della mia prestazione. Però ero ancora convinta che questa prestazione bastasse per un rango nei top15. Alla fine, la sorpresa: il 5. Rango! Un po’ troppo distacco dalle prime 2, ma per il momento va bene così 😉

 Risultati long

GPs Long

Loong

Loong

5. posto!

5. posto!

4: La staffetta – le emozioni!

La staffetta nel bosco è forse la disciplina più bella da correre, ma al contempo anche dove (soprattutto nelle donne) succedono più cose e quindi sempre un su e giù di emozioni. Quest’anno hanno corso prima gli uomini, e così dalla quarantena abbiamo già potuto seguire il su e giù che hanno vissuto i nostri uomini… Io ho corso nuovamente la prima tratta e questa volta mi son trovata uno dei boschi piu difficile in cui ho corso. Chiaramente le mie compagne che han corso la media distanza il giorno prima nello stesso bosco mi hanno spiegato come si deve correre in questo bosco, ma poi farlo veramente è un altro paio di maniche. Ma infine devo dire di essere soddisfatta della mia gara. La prima parte è andata molto bene, mentre dopo il passaggio spettacolo ho fatto un po di errori, ma son riuscita a tenere il controllo della situazione e a non perdere troppo tempo. Purtroppo però ero quasi sempre in giro da sola, e quindi non sapevo bene in che posizione ero. Alla fine sono arrivata 6° all’arrivo, con 3 minuti di distacco, che sono un po’ troppi per poter lottare per una medaglia. Io però son convinta di aver fatto un buon lavoro e in visto che il nostro obiettivo era di vincere un diploma, ero ancora tutto possibile. Julia ha fatto un errore al primo punto, ma dopo ha continuato bene e ha tenuto il sesto rango, mentre Sabine ha ancora una volta fatto vedere l sua ottima forma e ci ha portate al 4. Rango (vincendo lo sprint finale contro la lettonia). Così il nostro obiettivo l’abbiamo centrato, felicissime abbiamo potuto salire anche all’ultimo giorno dei mondiali sul podio e ora siamo motivatissime a lottare per una medaglia l’anno prossimo!

Risultati staffetta

GPS Staffetta

passaggio spettacolo staffetta

passaggio spettacolo staffetta

Ora l’obiettivo principale del 2017 è passato. Ora mi godo due settimane di vacanza in Lapponia (sperando di non dover correre troppo per tenermi caldo 😉 ) e a fine luglio mi aspetta già il prossimo appuntamento: i World Games in Polonia!

È anche arrivato il momento di ringraziare tutti i miei sostenitori, sponsor e tifosi. Grazie a tutti che mi han seguito, tifato, scritto messaggi e guardato live! Grazie alla Banca Stato, alla Mobiliare, Ingegneria Sciarini, s-sport e alla Sporthilfe per sostenermi economicamente. Grazie a Sven, Vroni, Andle e Fabian per il loro lavoro da allenatori (personale, nazionale, mentale e forza), e a Karin di All-in-All Physio e Dro Santini per l’aiuto “medico”. Un grazie speciale va anche a Pädi, per tutto!

Comment

Manca poco... 5 giorni all' inizio dei WOC!

Comment

Manca poco... 5 giorni all' inizio dei WOC!

Fra 5 giorni, cioè venerdì 30 giugno inizieranno i campionati del mondo di corsa d'orientamento in Estonia. Venerdì pomeriggio si terrà la prima gara, la qualifica sprint nella città di Tartu. Seguiranno la finale sprint sabato 1. luglio, la staffetta sprint domenica 2. luglio, la lunga distanza martedì 4. luglio e la staffetta venerdì 7. luglio. Mi aspetta un programma molto intenso ma anche molto variato. Dapprima correrò le gare sprint individuali nella città di Tartu, in un terreno soprattutto urbano con un grande parco, mentre la staffetta sprint si terrà a Viljandi, una città storica con rovine e parchi. Poi mi sposterò nella giungla estone per la lunga distanza e la staffetta nel bosco.

Le ultime settimane di preparazione sono state molto intense e con un po' un su e giù di emozioni. Il campo di preparazione in Estonia è stato molto intenso fisicamente e anche mentalmente. Le sprint ad inizio settimana sono andate molto bene, mentre nella seconda parte nel bosco ho fatto decisamente più fatica. I boschi erano molto più verdi dell'ultima volta, ciò significa meno visibilità, meno percorribilità e quindi più difficile vedere e capire il rilievo e le forme del terreno. La bussola sarà importantissima, e soprattutoto anche la grinta e la voglia di lottare nel verde!

Dopo il campo in Estonia ho rifatto una scapatina in Finlandia per correre la famosa Venla con il mio club norvegese Halden SK. Con una squadra un po' più debole del solito ho potuto correreper la prima volta nella mia carriera la quarta (e ultima) tratta. Dopo una partenza un po' difficile per le prime due trattiste Hollie Orr in terza tratta ha recuperato più di 20 posizioni e mi ha mandata nel bosco in 11esima posizione. Io non ho fatto una gara perfetta, vari errori nel verde mi hanno anche fatto perdere un paio di secondi, ma comunque ho fatto meno errori di tante altre avversarie. E così ho recuperato anche io ben 5 posizioni e con il sesto rango finale siamo più che contente!! Un gran bel successo!!

6. rango !

6. rango !

Dopo un mese di soggiorno al nord è stato bello ritornare a casa. Da una parte avevo vari impegni in Ticino e a Zurigo, ma dall'altra parteho ancora potuto godermi un po' amici, famiglia e il tempo libero prima di ripartire. Sabato si sono anche tenuti i campionati svizzeri sprint, la perfetta prova generale per i mondiali. Mi ero messa come obiettivo di vincere una medaglia, un obiettivo realistico. Alla fine però, anche senza fare grandi errori, ma per colpa di varie scelte sbagliate (sopratutto nella zona della rovina e alla fine) ho perso un ventina di secondi di troppo e così anche una medaglia.... una grande delusione! Ora devo trasformare la delusione in grinta e far vedere di cosa sono capace ai WOC! Poi chi se li ricorda gli SPM... ;-)

Ora mancano pochi giorni alla partenza e all'inizio del grande evento! Info sulle gare e risultati sul sito www.Swiss-Orienteering.ch e www.woc2017.ee.

Tenetemi i pugni e grazie per il tifo!!

Comment

La quiete prima della tempesta

Comment

La quiete prima della tempesta

Dopo le prime gare di coppa del mondo ho deciso di sfruttare la mia vita da professionista e di restare in Finlandia assieme a Sarina per prepararmi al meglio ai mondiali.

A Turku, dove tra l’altro abita anche la nostra allenatrice della nazionale e la mia amica norvegese Ida, ho passato 10 giorni in piena tranquillità. Dopo i 7 mesi di lavoro al poli è stato veramente bello poter dedicarmi al 100% alla CO, ho recuperato tutte le cose che negli ultimi mesi avevo lasciato un po’ da parte e ho iniziato la preparazione ai mondiali su carta. Ho anche dedicato più ore del solito al sonno e con la yoga mattutina ho anche cercato di migliorare un po’ la flessibilità dei miei muscoli (lo so che dopo mesi di poco o niente stretching non si tolgono tutti i problemi in 10 giorni… ma è un primo passo! 😉 ). Anche l’allenamento è andato alla grande. L’ Accademia di Sport di Turku organizza vari allenamenti di qualità come forza, scuola della corsa, CO, intervalli,… ai quali ho potuto partecipare. Inoltre sono stati organizzati vari allenamenti specifici in vista dei mondiali, come una qualifica e una finale sprint, e dei intervalli in salita stile "Tartu". Fare CO in Finlandia, sia nel bosco che sprint in paese, è semplicemente fantastico!

uno dei vari allenamenti sprint

uno dei vari allenamenti sprint

L’allenamento di CO di un’ora e 40minuti su questa cartina è stata una meraviglia! Avrei corso ancora per ore…

Oltre che ad allenarmi, analizzare il mio allenamento, prepararmi per i mondiali ho anche avuto il tempo di rilassarmi un po’, di fare un po’ di shopping, andare dal parruchiere, berè il caffè in città… e anche di prendere un po’ il sole al mare (peccato per il vento).

parrucchiere...

parrucchiere...

caffè...

caffè...

e mare!!

e mare!!

Ora mi sono spostata nuovamente in Estonia, dove inizia oggi il campo di preparazione ai mondiali. Un programma intenso mi aspetta nei prossimi giorni con varie sprint, dapprima a Tallin e poi zona Otepää, e nella seconda parte soprattutto allenamenti nel bosco! Dopo questo ultimo blocco di allenamento intenso correrò la Jukola con il mio club Halden Sk per poi tornare in svizzera e recuperare le batterie per i mondiali!

Let's Go!

Comment

Un successo dopo l'altro!

Comment

Un successo dopo l'altro!

Come vi avevo anticipato, per un bel mesetto non mi sono più fatta sentire. Non perchè non avevo voglia di scrivere o niente da raccontare, tutto altro, ma perchè ero impegnata con la fine della mia tesi e con gare importanti.

E ora è bello poter raccontare tante cose belle... Infatti la mia primavera è sata veramente un successo in tutti i campi. Sono molto orgogliosa di aver terminato i miei studi al politecnico di Zurigo, e soprattutto di aver concluso i miei sette mesi al laboratorio di fisiologia dello sport con successo!

Durante l'inverno ero un po' insicura di riuscire a combinare la tesi di master e la stagione di CO, visto che la mia presentazione della tesi era già programmata per la settimana dopo le gare di selezione per i mondiali in Estonia. Due degli avvenimenti chiave del 2017 in due settimane. Invece tutto è andato per il meglio. Forse proprio grazie al fatto di essere un po'stressata e avere altro da fare oltre alla CO/tesi, mi ha tolto un po' di pressione nell'altro campo. 

Ma torniamo alle gare di selezione in Estonia. Quattro gare in quattro giorni: prima due sprint, poi una media distanza e in conclusione una lunga distanza. Tutte queste gare in terreni nuovi e molto rilevanti per i mondiali, con tante nazioni al via. Oltre ad essere le nostre gare di selezione, erano anche un ottimo confronto a livello internazionale. Con le mie prestazioni sono molto contenta. Nelle sprint sono arrivata entrambe le volte terza svizzera, nella middle 5a e nella lunga distanza ancora 3a.

In azione nella sprint

In azione nella sprint

in azione nella middle

in azione nella middle

Così nella stessa settimana nella quale ho difeso la mia tesi e finito i miesi studi, sono state pubblicate le selezioni per i campionati del mondo del 2017 in Estonia. E che bella sorpresa, oltre che alle mie discipline preferite sprint e staffetta sprint, sono stata selezionata anche per la lunga distanza!! Inoltre, dopo che abbiamo ricevuto la bella notizia di Judith Wyder, ho ricevuto anche il posto nella staffetta nel bosco! Wow! Che programma! Quest'anno ai campionati del mondo correrò ben quattro gare!

Ma il primo confronto internazionale della stagione 2017 non saranno i mondiali, ma son state le gare di coppa del mondo in Finlandia che si son svolte settimana scorsa. Il mini tour è iniziato con la staffetta sprint, dove Sabine, Florian, Martin ed io abbiamo testato la nostra squadra in vista dei mondiali e per la prima volta nella mia carriera ho potuto correre la quarta tratta. Ho corso una buona gara, ma nella fase finale non avevo nessuna chance fisicamente contro Maja e Helena. Ma visto che i danesi hanno preso un punto sbagliato, abbiamo potuto festeggiare il secondo rango!

in partenza per l'ultima tratta

in partenza per l'ultima tratta

secondo rango!

secondo rango!

Il giorno dopo abbiamo corso una qualifica sprint e i primi 40 anche la finale sprint a Lohja. Anche qui ho corso una buona gara, ho fatto un piccolo errore alla fine di 6 secondi, entrando in un piazzale prima del dovuto, e ho preso una scelta sbagliata. Alla fine ho dovuto accontentarmi del 14 rango... con quella gara mi aspettavo un rango migliore! Fino ai mondiali devo diventare ancora un po' più veloce! ;-)

Negli ultimi due giorni si son tenute le gare nel bosco. Sabato una media distanza e domenica la lunga distanza con partenza a caccia. Con la gara middle sono contenta, sono sulla buona strada ma ancora mi manca un po' il flusso nelle gare così tecniche. Mentre domenica nella lunga distanza ho fatto un'esperienza indimenticabile... son partita "a balla" come 27esima per recuperare le ragazze partite davanti a me. Neanche a metà gara avevo già recuperato un bel po' di ragazze ed eravamo un bel gruppone di almeno dieci ragazze con la possibilità di lottare per un risultato nelle prime 10. Purtroppo però col passare dei minuti ho dovuto pagare la mia partenza agressiva e dal passaggio spettacolo in poi avevo le batterie vuote e ho dovuto lottare per continuare a vedere il gruppo davanti. Sulla strada per il penultimo punto poi ho dovuto staccarmi dal gruppo perchè non ce la facevo più e ho anche pascolato al punto (non ce la facevo proprio proprio più, neanche a leggere la cartina!!). Comunque son riuscita a recuperare 7 posizioni, concludendo il primo girone di coppa del mondo al 20esimo rango!

K.O. all'ultimo punto!

K.O. all'ultimo punto!

Per fortuna che ora mi restano ancora un paio di settimane per riprendermi da questa gara e soprattutto per migliorare la mia forma fisica in vista dei mondiali! Per prepararmi al meglio sono rimasta a Turku (Finlandia) assieme a Sarina Jenzer, dove abbiamo la possibilità di fare degli allenamenti specifici per le gare sprint, e anche per goderci i bei boschi scandinavi! Settimana prossima ripartiremo già di nuovo per l'Estonia per il campo di preparazione ai mondiali. 

I miei risultati delle gare di selezione e della coppa del mondo sono anche bastati per ottenere la qualifica ai World Games 2017! A fine luglio farò quindi parte della delegazione svizzera che parteciperà alle "olimpiadi" per i sport non-olimpici!

E per conludere con l'ultima bella notizia: questo anno vengo per la prima volta sostenuta dall'aiutosport svizzero! Grazie mille "Sporthilfe" per il tuo sostegno!

Comment

Il freddo dei paesi baltici

Comment

Il freddo dei paesi baltici

Come ormai già da tanti anni, non festeggio la pasqua cercando i conigli e la cioccolata nascosta in giardino, ma cercando i punti nel bosco. Anche quest'anno abbiamo passato la settimana di pasqua in un campo d'allenamento con la nazionale, questa volta in Lettonia ed Estonia.

Abbiamo scelto di andare in questi due paesi baltici per prepararci al meglio ai mondiali di quest'anno che si terranno in Estonia,e anche a quelli del 2018 che si terranno in Lettonia. Quello che non volevamo era trovarci una settimana di freddo (tra -1 e 5 gradi) e neve.... Così, dopo aver passato le ultime settimane a fare allenamento in maglietta e pantaloncini, ho dovuto riprendere fuori magliette termiche, quanti e berretto.

In azione durante la middle. Foto: livemotion

In azione durante la middle. Foto: livemotion

Il vantaggio della neve e il freddo è che i boschi che normalmente sono molto verdi erano proprio belli veloci, e le paludi erano ghiacciate(e con un po' di fortuna si poteva correre sopra il ghiaccio e quindi non bagnarsi i piedi). Per fortuna, oltre a una borsa piena di vestiti caldi ho anche impacchettato tanta motivazione e poche lamentele contro il freddo. Così da brava atleta ho fatto tutti i miei allenamenti senza lamentarmi troppo del freddo! E devo ammettere che con i vestiti giusti non fa neanche così freddo... La cosa bella di questi due paesi, è che in qualsiasi alberghetto si trova una bella sauna calda pronta a scongelarci dopo un allenamento nella neve.

Il terreno è talvolta molto scandinavo, altre volte un po' come a casa. Durante questa settimana si poteva quasi sempre correre dirittto, "seguendo" la linea rossa che collega i punti. Fare le scelte giuste sarà un po' più difficile quando arriverà la primavera e l'estate, e quindi con il bosco più verde. In generale gli allenamenti sono andati bene. Ho sempre fatto qualche errore o qualche scelta sbagliata, ma sicuramente ho imparato molto. Soprattutto con l'allenamento a staffetta nel bosco sono molto soddisfatta, perchè per una volta son riuscita a non farmi sconcentrare dalle avversarie, ma ho fatto bene la mia gara e ho sfruttato i farsta al momento giusto!

Roo --> sono io!

Roo --> sono io!

Un po' meno contenta sono della sprint-relay che abbiamo fatto all'ultimo giorno nella cittadina di confine Valga/Valka! Sono arrivata prima all'arrivo con 17 secondi di vantaggio, tutta contenta della mia gara, finchè la nostra allenatrice mi fa notare che son passata da un recinto inattraversabile (finto, non c'era niente nel terreno, ma io avrei dovuto vederlo sulla cartina).  Così la mia vittoria non era valida. Ma qualcosa di positivo in questo allenamento c'era comunque: i 12 secondi che ho vinto passando dal recinto li ho "portati" fino a casa! Son riuscita  a correre 3/4 della gara da sola in vantaggio senza farmi recuperare!

recinto inattraversabile...

recinto inattraversabile...

in vantaggio al punto spettacolo. Foto: Livemotion

in vantaggio al punto spettacolo. Foto: Livemotion

Ora mi aspettano 5 giorni di laboratorio prima di ripartire per il nord... questa volta destinazione Göteborg per correre la famosa 10Mila con il mio club Halden SK! Non vedo l'ora!

Comment

Primo obiettivo raggiunto!

Comment

Primo obiettivo raggiunto!

Dall'ultimo articolo sui campionati svizzeri in notturna sono di nuovo passate varie settimane... In settimana passo le giornate al laboratorio di fisiologia, dove pian piano sto terminando la mia tesi di master. Mentre gli ultimi weekend gli ho passati in Ticino, dapprima al mini campo d'allenamento con la nazionale con in programma il secondo Saliscendi test, la mixed relay a Comano e il TMO di Origlio. Il weekend seguente l'ho di nuovo passato in Ticino, questa volta un po' più tranquillamente a casa, partecipando al TMO a Scarpapè domenica.

Poi la stagione si è fatta più seria con le prime gare di selezione della stagione 2017. Giovedì abbiamo preso il treno per Visp, dove al mattino abbiamo dapprima corso un 3000m in pista. Con il tempo di 10'12'' e il secondo rango, 4 secondi dietro a Sabine e 1 secondo davanti a Julia sono molto contenta.

Risultati 3000m

alla partenza del 3000m  

alla partenza del 3000m
 

Dopo un paio di ore di riposo siamo partiti per la gara sprint nella cittadina di Visp. Una sprint molto impegnativa tecnicamente su una cartina mai usata prima ha reso la sprint molto interessante. Io sono partita alla grande, al nono punto ho già visto Sabine partita un minuto davanti a me. Questo forse mi ha fuso un po' la testa (al posto di calmarmi mi ha stressato un po') e così sulla tratta verso il punto 10 ho perso un po' la concentrazione. Dapprima non ho trovato il passaggio nel recinto, e anche poco prima del punto non ho capito quale era il recinto attraversabile. Così perdo ben 40 secondi e di conseguenza anche il grande vantaggio che avevo. Alla fine mi son ritrovata al terzo rango,  18 secondi  dietro a Julia. In fondo non male come risultato, ma visto il vantaggio che avevo in gara anche una delusione.

Classifica                             Articolo sito SOLV

Errore al 10 punto!!

Errore al 10 punto!!

in azione nelle viuzze di Visp

in azione nelle viuzze di Visp

Sabato c'era in programma la gara sulla media distanza sulla cartina Petit Risoux nel Giura. La gara era molto tecnica, con un finale molto difficile. Io son di nuovo partita molto bene, prendendomi il tempo di leggere e capire bene le forme del terreno. Fino al punto 13 ho fatto tutto molto bene. Anche per andare al 14esimo punto ho preso il sentierino apposta per rendermi la vita facile. Questa volta però non ho visto la lanterna che era nascosta dietro al sasso e così ho perso 1'30'' in zona punto. Anche nella fase finale ho fatto ancora qualche errore, ma in generale sono riuscita a fare una gara sicura e controllata in un terreno molto difficile nel quale io solitamente non vado così bene! Con il mio 5. rango nella middle sono quindi abbastanza contenta!

Classifica                          Articolo sito SOLV

col sorriso all' arrivo!

col sorriso all' arrivo!

Action!

Action!

Last but not least... la lunga distanza di domenica nel bosco Tête Plumée! Una lotta dalla partenza fino all'arrivo per via delle mie gambe stanche, il bosco verde e sassoso e i vari errorini in zona punto. In questa gara per una volta non ho fatto un errore grande, ma vari giretti di troppo in zona punto. Anche se son errori piccoli che non sono gravi, col tempo si sommano e non lasciano una buona sensazione in gara. Con il terzo rango raggiunto però sono molto contenta. Questo mi fa capire che sono in forma, che posso permettermi qualche errore e che anche se ho le gambe stanche, sono veloci comunque! 

Risultati                                    Articolo sito SOLV

Il risultato di questa serie di "Testlauf"? La selezione per le prime di gare di coppa del mondo che si terrano dal 24 al 29. maggio 2017 in Finnlandia! Primo obiettivo della stagione 2017 raggiunto!

Articolo SOLV

Ora mi aspetta un periodo impegnativo, con vari viaggi verso il nord. Venerdì partiamo per un campo d'allenamento in Lettonia ed Estonia, a fine Aprile parteciperò alla 10mila a Göteborg, dal 7 al 14. maggio ci saranno le gare di selezione per i mondiali di nuovo in Estonia e al 22 di maggio partiamo appunto per la gara di coppa del mondo in Finnlandia. E nelle poche settimane intramezzo in qui sono a Zurigo devo finire e presentare la tesi di master! Ecco perchè forse non sarò così attiva sulla mia Homepage! ;-)

 

 

Comment

Inizio col botto!

Comment

Inizio col botto!

La stagione 2017 è ufficialmente iniziata con il weekend dei NOM (campionati svizzeri in notturna) e la prima nazionale. Entrambe le gare si son svolte nelle vicinanze di Zurigo, sabato sera ad Uster e domenica ad Elgg. Vicinanze di Zurigo significa boschi tipici del Mitteland, molto verdi e con tante strade.

Prima dei NOM ero molto nervosa, visto che era il primo confronto della stagione, in più iniziare con un campionato svizzero e per finire anche l'unica Vera gara di notte. Sapevo di essere in forma, e il mio obiettivo era di fare una gara sicura (di notte meglio fare una volta un giro in più su sentiero che in meno) e senza grossi errori. Alle 19:57, con la pila carica in testa, son partita per la prima gara a livello nazionale della stagione. Primo punto preso bene, secondo anche, al terzo ho avuto una piccola insicurezza ma poi ho corretto bene, quarto punto preso bene, e così via.  Oltre a un errore al punto 10, dove ho cercato un po' una buca nel verde, fino a più di 3/4 della gara ho corso benissimo. E soprattutto proprio come mi ero prefissata: gara controllata e veloce! Dal punto 18 al 23, gli ultimi 6 punti della gara erano infine decisivi. Questi punti erano abbastanza vicini tra di loro, nel verde e forse i più difficili della gara. Normalmente non è un gran problema attaccare dei punti così, ma visto che mancava poco alla fine e avevo già corso 8 km la concentrazione non era più al massimo. E così fino all' arrivo ho ancora pasticciato un po', ma per finire son comunque arrivata abbastanza soddisfatta all'arrivo. Lì, grazie ai "live results", mi hanno informata di essere momentaneamente in vantaggio. Chiaramente ne mancavano ancora tante di ragazze, ma Sabine Hauswirth e Simone Niggli erano già all'arrivo, così male non poteva quindi essere la mia gara... Così c'è stata una lunga attesa che infine è terminata verso le 22 con la bella sopresa: il secondo rango, e così la mia prima medaglia ai campionati svizzeri in notturna. Che inizio col botto!! :-)

Premiazione DE

Premiazione DE

I NOM è anche stata la prima gara dell'Orienteering Grand Slam. Questo Gran Slam è il nuovo sistema di punteggio per le categorie elite e D/H20 (la nuova Swiss Elite League) che conta i quattro campionati svizzeri individuali. Guardate il Video fatto da Livemotion:  https://www.youtube.com/watch?v=uJRJ2ciulE0

Dopo una notte con poche ore di sonno (tipico dopo i NOM) ero pronta a partire per la prima nazionale sulla media distanza. Al contrario di sabato, domenica mi sentivo abbastanza stanca con gambe pesanti. Ho cercato di fare del mio meglio, ma il bosco verde, scivoloso e ripido hanno reso la gara una lotta. Ho fatto vari errori in zona punto, ho avuto qualche insicurezza e le gambe non più velocissime mi hanno portata al settimo rango. Forse dopo il secondo rango di sabato quasi un po' deludente, ma a riguardare chi c'è davanti a me in classifica e la gara che ho fatto, è comunque soddisfacente.

Sicuramente posso dire di aver fatto un passo avanti quest'inverno! Ora con una buona gara posso già lottare per le medaglie anche nel bosco!!

Oltre alla stagione 2017, è anche iniziata da un po' la preparazione ai campionati europei in Ticino del 2018. Così il weekend prima dei NOM, Julia, Judith, Sarina, Simon e Florian son venuti a farmi visita in Ticino, doveoltre a un paio di allenamenti individuali a Cavergno e Novaggio abbiamo partecipato alla prima sprint Cup a Cevio e al primo TMO a Taino. Il prossimo weekend invece, saremo la nazionale (quasi) al completo per un weekend lungo in ticino. Oltre a vari allenamenti di CO ci sarà in programma una conferenza stampa con Banca Stato per gli EOC 2018, il secondo Test Saliscendi, la sprint-relay di Comano e il 2 TMO a Origlio.

Comment

Test fisici: la forma c'è!

Comment

Test fisici: la forma c'è!

Il mese di marzo è un periodo molto intenso dal punto di vista fisico, con in programma vari test. Il primo “test” è stato domenica, dove ho partecipato ai campionati svizzeri di Cross. A questa gara sono andata per una volta senza ambizioni di rango, ma semplicemente con l’obiettivo di testare la mia forma e vedere  come sono messa a confronto con le ragazze dell’atletica. 8 giri da un chilometro, in più su un giro non molto variato (una tirata diritta in giù, curva di 180 gradi, e ritorno diritto in su) hanno reso la gara molto “noiosa” e soprattutto dura dal punto mentale (anche se devo ricordare che hanno messo apposta un tronco d' albero come ostacolo a 100metri dalla fine). Anche se in generale a me piacciono le gare di corsa e queste sfide fisiche, mi è anche di nuovo tornato in mente perché faccio CO! 😉

in gara!

in gara!

La gara è andata bene, sono partita abbastanza offensiva, cercando di stare vicino al gruppo di punta. All’inizio ho tenuto bene ed ero costante al 5. Posto. Poi pian piano ho iniziato a soffrire, soprattutto visto che nei primi 500m via dalla partenza tirava il vento contro, e questi 500m li ho corsi quasi sempre da sola o davanti a un gruppo, e così a tre giri dalla fine mi hanno superato in due. Però son riuscita ad attaccarmi a loro e a tenerle fino alla fine, ma non più a superarle. Così ho finito i miei primi campionati svizzeri di Cross nelle attive al buon 7. Rango. E cosa ancora più soddisfacente: avendo corso per il mio club di atletica di Regensdorf, abbiamo vinto la medaglia di bronzo nella classifica a squadre!!   

premiazione a squadre

premiazione a squadre

La mia prima medaglia di atletica

La mia prima medaglia di atletica

Oggi avevo in programma l’annuale controllo medico sportivo al Kerenzerberg, e quindi anche i veri test massimali sul tapin roulant. Al mattino ho fatto il tradizionale test piatto, mentre al pomeriggio il test in salita (con 22% di pendenza). Tra i due test ho fatto il controllo medico e infine l’analisi dei test.

Conclusione: Sono sana e la forma è buona! Ora non mi resta che continuare così con gli allenamenti! Prossimo test in programma: “Test Saliscendi”, un test fisico nel bosco in Ticino il 24.marzo!   

Nelle prime fasi del test avevo ancora il sorriso, verso la fine un po' meno...

Nelle prime fasi del test avevo ancora il sorriso, verso la fine un po' meno...

Comment

Lavoro, allenamento e... Spagna!

Comment

Lavoro, allenamento e... Spagna!

È passato ormai troppo tempo dal mio ultimo articolo... (grazie per avermelo fatto notare in tanti! ;-). Chiaramente non è che non voglio scrivere, anzi, di cose da raccontare ne avrei molte. Nell'ultimo mese però il mio tempo libero a disposizione è stato ben poco, e il tempo che avevo ho preferito usarlo per altro invece che per la mia homepage. Ma ora è arrivato il momento di scrivere!

Ma da dove iniziare?! Le ultime settimane sono state molto intense sia nell'ambito sportivo che scolastico.

A scuola mi son portata avanti con il lavoro, ho fatto test e misurazioni per la mia tesi di master a varie persone, che spesso e volentieri avevano tempo a disposizione per me solo alla sera, e quindi ho passato anche varie sere fino a tardi in laboratorio. Ho anche avuto qualche problema con i macchinari che mi han fatto venire qualche crisi di nervi, ma ora tutto si è messo a posto. In generale il lavoro mi piace molto, imparo molte cose interessanti anche per il mio allenamento e vado volentieri al lavoro ogni giorno. Ora sono a più della metà del tempo che ho a disposizione, così pian piano vedo la fine dei miei studi!!

Anche nell'ambito sportivo sono successe molto cose. A fine gennaio abbiamo fatto un mini campo d'allenamento con la nazionale a Tenero, dove in 4 giorni abbiamo fatto vari allenamenti di CO nel bosco e nei paesi di casa, passato una sera allo Splash and Spa di Rivera e abbiamo puntato gli occhi verso gli europei del 2018.

Dopo qualche settimana di vita normale, il 15. febbraio ho ripreso finalmente anche io l'aereo (dopo ormai tanto tempo senza volare, per le mie abitudini ;-)  e sono partita per la Spagna per ben 8 giorni. dove con la nazionale abbiamo fatto un campo d'allenamento , dapprima al sud di Alicante alla costa, e nella seconda parte a Caravaca, nell'entroterra.

Il campo d'allenamento è stato molto intenso, con "morning activity" quotidiana prima di colazione (corsetta, ginnastica, forza, strecthing,,,,), 2 o 3 allenamenti di CO al giorno, e anche tanti allenamenti veloci. Per fortuna son riuscita a resistere a tutti i virus che giravano tra i nostri bungalow e mi sono allenata bene dal primo all'ultimo giorno. Nella prima parte il terreno era sabbioso, abbastanza piatto e veloce, mentre il terreno dell'entroterra era più collinoso e molto speciale per fare CO. Abbiamo anche fatto qualche sprint, dapprima ad Alicante e poi a Lorca, dove son molto soddisfatta di aver vinto l'ultima tratta della nostra sprint-relay

in azione con sabine Hauswirth nel night-Sprint

in azione con sabine Hauswirth nel night-Sprint

È stato un campo molto soddisfacente dal punto di vista tecnico e fisico. Anche se soprattutto la zona punto  non è ancora perfetta, e spesso perdo un po' di tempo per via dell'imprecisione nell'orientamento fine, ho fatto molti miglioramenti nell'uso della bussola e nell'orientamento grossolano. Anche fisicamente ho fatto un passo avanti questo inverno, e sia nelle sprint come nel bosco son riuscita ad essere tra le più veloci,

In questo campo d'allenamento eravamo un bel gruppone, tra nazionale elitè uomini e donne, i juniori dell'ultimo anno e ben 6 allenatori. Da quest' anno infatti non è solo Vroni a seguirci nei nostri allenamenti, ma c'è anche Simone Niggli che è diventata aiuto allenatrice. È stato molto bello e utile avere Sime come "ombra" negli allenamenti veloci. Ho quindi visto un po' come corro, quanto leggo la cartina in gara e come reagisco durante gli erorri grazie ai video che mi ha fatto Sime durante gli allenamenti.

Sprint Alicante, con GoPro!

Sprint Alicante, con GoPro!

Ora son tornata a casa con tanto materiale sul quale lavorare prima che inizia veramente la stagione 2017! Il mese di marzo è un mese con tanti test (test fisico dal dottore, il test Saliscendi nel terreno, il test 5000 in pista) e nel mio calendario trovo anche le prime gare, come il 1. tmo, la prima nazionale, i NOM e tanto altro.

Dopo tutti questi allenamenti di CO, e prima di dire "arrivederci" all'inverno, mi sono goduta ancora un ultimo weekend nella neve!

Sci di fondo....

Sci di fondo....

... e sci alpino!

... e sci alpino!

Oltre alla mia tesi, agli allenamenti e agli altri impegni delle prossime settimane,cercherò di aggiornarvi un po' più spesso sulle mie avventure!

A presto!

Comment

Allenamento invernale

1 Comment

Allenamento invernale

L’inverno è la fase in qui si macinano chilometri e ore di allenamento per fare una buona base che poi dovrebbe tenere per tutta la stagione di gare. È anche il periodo in qui ci si può sentire stanchi prima di un allenamento di ripetute, o si può andare ad un cross con male ai polpacci per via dell’allenamento di forza del giorno prima. In poche parole, si può fare allenamento senza dover essere sempre pronta al 100% ad ogni gara e ad ogni allenamento veloce, perché infatti non è ancora il momento di correre dei nuovi record personali o mostrare una forma smagliante, ma è proprio il momento di allenarsi!

E così dopo essermi ripresa dalla mia influenza a natale, ho fatto un primo blocco di ripetute, in tedesco chiamato “Motorenblock”, cioè 4 giorni nei quali ho fatto 7 allenamenti di ripetute. Il tutto è iniziato mercoledì 4.1 con due allenamenti di ripetute, uno su sentiero e uno in pista, giovedì il blocco è continuato con un unico allenamento di ripetute in salita, venerdì avevo un giorno di pausa, sabato sono andata a Burgdorf a fare un allenamento sprint al mattino e al pomeriggio delle ripetute più corte in salita, e per concludere in bellezza domenica ho partecipato all’ Effretiker-OL. E così, alla prima gara del 2017, che quest’anno si è svolta sotto forma di Knock-Out sprint, sono arrivata bella stanca ma comunque motivatissima di finire il mio blocco intensivo con delle belle gare sprint. La qualifica era come sempre un po’ lunghetta, ma secondo me per niente noiosa. Grazie a una gara tecnicamente buona, e a quanto pare comunque delle buone gambe, mi son qualificata con il 2 rango dietro a Natalia Gemperle per la semifinale. La semifinale era una partenza in massa con dei punti a score che avrebbero dovuto suddividerci un po’. Però abbiamo preso tutte e 6 le atlete gli stessi 5 punti su 7 e così siamo rimaste tutte unite. Io sono partita molto offensiva e per gran parte della gara ero in vantaggio. Poco prima dell’arrivo però sono cascata nella trappola del tracciatore e son corsa verso una zona proibita. Ho dovuto tornare indietro e poi “gasare” per qualificarmi per la finale. Grazie al secondo rango dietro a Simona Aebersold ci sono riuscita. Nella finale, di nuovo una gara a Massenstart ma questa volta con farfalle, volevo di nuovo correre offensivamente, ma questa volta leggendo anche bene la cartina. E questa volta ci sono riuscita! Dopo esser andata in vantaggio nella seconda parte della farfalla, ho tenuto la testa fresca (traduzione del tedesco di “kühler Kopf” ;-) e ho portato a casa la vittoria vincendo la finale, davanti ancora a Simona e Natalia. Niente male finire il mio blocco di allenamenti intensi e di iniziare la stagione con una vittoria! :-)

in azione...

in azione...

Podio WE

Podio WE

La settimana seguente è stata un po’ più tranquilla, ma comunque con tanti buoni allenamenti di qualità. Ad esempio ho cambiato il mio allenamento di forza, e grazie a un nuovo piano d’allenamento specifico per me, fatto da un nuovo allenatore cerco un nuovo stimolo nell’ ambito della forza, che spero migliori un po’ il mio stile di corsa nel terreno. E come si sa, soprattutto all’inizio, questi tipi di allenamento lasciano un bel dolore muscolare…

E proprio con questo dolore muscolare sono partita sabato al Cross di Gordola. Era da un bel po’ di tempo che non partivo più a un cross in Ticino, ed ero curiosa di vedere un po’ come è il mio livello in confronto alle atlete ticinesi. A parte il male a un polpaccio mi sentivo molto bene e son partita a un buon ritmo. Il giro del cross di Gordola viene anche incontro a noi orientisti, con tante curve strette nel boschetto, qualche su e giù e qualche radice da saltar via. Ho fatto una bella gara e all’ultimo giro sono riuscita ad accelerare ancora un po’, e ho così portato a casa la mia prima vittoria stagionale a un cross!

Domenica era il giorno del mio Longjogg organizzato per l’Asti, che aveva come obiettivo il ponte Tibetano tra Sementina e Monte Carasso. Sia i corti, che i medi che i lunghi l’hanno raggiunto, chi poi è tornato diretto indietro e chi ha allungato ancora un po’! Cosa c’è di meglio di un bel longjogg in compagnia sotto il sole?

ponte tibetano! Tappa del Longjogg!

ponte tibetano! Tappa del Longjogg!

Tra tutte queste belle notizie sulle mie gare, è stata anche una settimana un po’ dura emozionalmente. Purtroppo il nostro capo della nazionale ha deciso di dimettersi a fine anno, una decisione che mi ha rattristito molto e mi ha fatto pensare molto. Pädi è una persona importante per la nazionale, ma soprattutto anche per me personalmente. Un allenatore che ha sempre creduto in me, anche quando ancora non ero in nazionale élite e io stavo per gettare la spugna. Ma ora mi resta una stagione sotto le sue grinfie, e spero di poter ringraziarlo per il suo lavoro con dei bei risultati internazionali!

1 Comment

Ciao ciao 2016, benvenuto 2017!

Comment

Ciao ciao 2016, benvenuto 2017!

Sono arrivate le feste, un momento di tranquillità (dopo lo stress natalizio) per stare in famiglia, mangiare bene e anche per riguardare un po’ indietro a quello che è successo nell’anno che sta per finire, e per guardare avanti al nuovo anno, che fra poco inizierà! Purtroppo il mio natale non è stato come sperato… Puntuale al 22. sera ho iniziato a sentirmi un po’ male, il venerdì grazie a una qualche aspirina sono riuscita a finire i miei doveri in laboratorio e a tornare in Ticino, ma poi dal 23. sera ho passato la giornata a letto, con la febbre sopra i 39 gradi.  Quindi niente mangiare bene, stare in compagnia e godersi questi giorni, ma almeno sotto le coperte ho avuto tempo di ripensare ai miei successi di questa stagione… e pianificare le prossime mosse per il 2017!

Eccovi qualche riassunto della mia miglior stagione fino ad ora!

-Aprile 2016: Testlauf Lunga Distanza: La stagione è iniziata con la vittoria alle gare di selezione per gli europei nella lunga distanza. Questa vittoria è stata molto importante, perché per la prima volta ho vinto una gara nella categoria élite e ancor più speciale che era una lunga distanza, la disciplina in qui fino a quel momento avevo le maggiori difficoltà!

- Maggio 2016: a inizio maggio ho partecipato alla Tiomila, la famosa staffetta a cinque tratte in Svezia, dove ho corso la prima tratta in prima squadra. E… ho vinto la prima tratta! Questa gara non la dimenticherò mai, visto che quel giorno avevo delle gambe velocissime e anche una fiducia in me stessa che non ho così spesso in gara. Infatti sulla lunga tratta verso uno degli ultimi punti ho preso una scelta di percorso tutta mia, ero completamente da sola dopo aver fatto tutta la gara in un tram con decine e decine di persone, e quando arrivo verso l’ultimo punto mi accorgo che la telecamera mi segue, ma solo all’ arrivo mi rendo conto che sono la prima, rientrata dalla prima tratta davanti a tutti gli altri! Che emozione!

- Maggio 2016: Europei in Cechia. In una sprint molto tecnica e interessante nel parco di un centro termale ho ottenuto il sesto rango, e così il mio primo successo a livello internazionale. Una sorpresa, ma dopo delle gare di selezione fatte così bene, speravo finalmente di mostrate un exploit! Nella lunga distanza ho fatto un errore al primo punto, ma dopo ho anche fatto una bella gara e ottenuto il 16esimo rango. Anche una bella soddisfazione, e soprattutto mi ha dato ancora più motivazione per questa disciplina!

6. rango nella sprint...

6. rango nella sprint...

- Agosto 2016: Mondiali a Strömstad: il mio primo mondiale e il mio primo diploma! Una gara sprint “normale” senza tante soprese, ma tante emozioni all’arrivo! E il fatto di esser arrivate tutte e tre atlete svizzere nelle prime 6, ha aumentato la gioia in questo giorno!

6. rango nella sprint...

6. rango nella sprint...

-Ottobre 2016: 25Manna, staffetta a 25 Tratte con Halden SK. Ho corso la prima tratta, ho fatto qualche errore di troppo, ma grazie agli altri 24 atleti ho finalmente potuto festeggiare la mia prima vittoria con Halden SK!!

- Ottobre 2016: Finale di coppa del mondo ad Aarau: 3° rango nella staffetta sprint, 6°  rango nella gara sprint e 12° rango nella lunga distanza. Le prestazioni che riassumono tutta la stagione: nella staffetta sprint ho sempre fatto vedere buone gare sono pronta a lottare l’anno prossimo per il posto in prima squadra, nella lunga distanza ho fatto un grande passo avanti e ormai faccio parte delle migliori 20 anche in questa disciplina, e nelle sprint ho fatto l’abbonamento per il sesto rango!

... e 6. rango nella sprint!!

... e 6. rango nella sprint!!

- Novembre 2016: CISM a Brasile: 3-4-5-6 sono i 4 ranghi che ho ottenuto come finale di stagione! Un piccolo viaggetto premio e soprattutto tre gare più speciali per l’esperienza che per la prestazione!

Il 2016 non è caratterizzato solo da bei risultati, ma anche da esperienze di vita molto speciali. Fino a marzo ho vissuto a Basilea e ho fatto un pratico all’ospedale universitario di Basilea. Un periodo di vita molto intendo ma anche bello, dove ho imparato molto per il mio studio ma anche ho avuto un po’ di input nuovi d’ allenamento. Da aprile fino a luglio ho vissuto da professionista a Macolin, grazie al sostegno dell’esercito svizzero, a luglio ho fatto un soggiorno di tre settimane in Engadina vivendo proprio come i “pro” in altitudine. Infine, in autunno son tornata a casa a Zurigo e ho iniziato la tesi di master al laboratorio di fisiologia dello Sport.

Cosa mi aspetta nel 2017?

-        Un grande obiettivo è finire la mia tesi di master, un grande impegno ma che poi mi “libererà” definitivamente dagli studi.

-        Nelle gare di coppa del mondo in Finlandia a fine maggio, in Lettonia a fine agosto e in Svizzera (Grindelwald) a inizio ottobre vorrei confermare i miei risultati di quest’anno, con dei risultati nei top10 nelle gare sprint e top15 nel bosco.

-        I mondiali in Estonia a fine Giugno, dove come obiettivo principale vorrei avere un posto nella staffetta sprint, dove come sempre si lotta per le medaglie, e ogni altra disciplina in più la prendo molto volentieri. :-)

Ora non mi resta che guarire per poter tornare in fretta ai miei allenamenti, così da poter anche raggiungere i miei obiettivi!

E auguro a tutti un fantastico 2017, e soprattutto è arrivato il momento per ringraziare tutti quelli che mi hanno sostenuto, come La Mobiliare, Ingegneria Sciarini, S-Sport, AiutoSportTicino, e le mie società Orientisti92 e Halden SK!

Inoltre, per i prossimi due anni avrò un nuovo sponsor principale, che mi sosterrà fino agli europei in casa del 2018: La banca dello Stato!

Grazie a tutti e buon anno nuovo!! Vi auguro un 2017 ricco di soddisfazioni!

Comment

Brasile: Giungla, Eucalipti, Sole, Acai e…. “6, 5, 4, 3”!

Comment

Brasile: Giungla, Eucalipti, Sole, Acai e…. “6, 5, 4, 3”!

Giungla, Eucalipti, Sole, Mare, Acai e  “6, 5, 4, 3” sono le parole riassuntive della mia avventura brasiliana!

Sarina ed io dopo le gare individuali!

Sarina ed io dopo le gare individuali!

Giungla & Eucalipti: di questo tipo erano i boschi in qui abbiamo fatto allenamenti e gare. I boschi erano di eucalipti, quindi generalmente molto puliti, veloci e con pochi dettagli, oppure vere e proprie giungle, nelle quali mi sentivo più Jane (l’amica di Tarzan) che un’orientista, visto che dovevo farmi strada tra alberelli, liane, collinette e paludi con i versi di uccelli (e scimmie?!) sullo sfondo. La prima gara, la gara sulla media distanza, aveva proprio come caratteristica i cambi da un tipo di bosco all’altro. Questo mi è riuscito abbastanza bene, usando bene la bussola nei punti nel bosco “bianco” e usando i sentierini nella giungla. Così al punto spettacolo, a pochi punti dall’arrivo, sento il nostro allenatore gridarmi che sto andando benissimo, che per il momento sono addirittura in vantaggio… Sarà il caso, o sarà l’emozione o il fatto di voler portare a casa la vittoria che mi ha fatto sbagliare… In ogni caso il terz’ultimo punto, in una costa un po’diffusa, l'ho cercato per oltre due minuti, e così eccomi nella classifica finale al 6.rango, a due minuti dalla vincitrice, la russa Natalia Efimova. La lunga distanza invece era un po’ meno variata, gara molto fisica con varie scelte di percorso, per lo più nel bosco di eucalipti. Tecnicamente ho fatto una buona gara, fisicamente ho anche lottato, ma probabilmente la forma non era più quella che avevo ad Aarau, e così mi sono dovuta accontentare del 5. Rango, questa volta dietro alla vincitrice e mia connazionale Sarina Jenzer!  Terza gara dei mondiali militareschi era la staffetta sprint, che di “sprint” aveva ben poco, oltre al fatto di essersi tenuta in una cittadina… ogni tratta durava sui 34 minuti, con una cartina scala 1:5000. Io ho corso la prima tratta, quindi con la partenza in massa. Era un po’ speciale come gara, visto che non sono abituata a gare in città di lunga durata. Così ho dovuto suddividere un po’ le forze, cercando di non partire troppo in fretta. Tecnicamente non è stata una gara difficile, e con un buon finale sono riuscita a vincere la prima tratta. In seconda tratta ha corso Angela Schwab, la nostra accompagnatrice e futura “chef de Mission” per i mondiali militari. Non essendo atleta della nazionale, anche facendo una buona gara ha chiaramente perso un po’ di tempo. Così in terza tratta è partita Sarina Jenzer, che aveva il compito di cacciare la medaglia. Infine son mancati 20 secondi o poco più, e abbiamo dovuto accontentarci del quarto rango, dietro a Russia, Polonia e Lituania. Così, tre gare e tre diplomi, ma nessuna medaglia. Per finire però la sopresa: a questo evento c’è anche la competizione a squadre, dove nelle due gare individuali si sommano i tempi delle tre donne. Grazie alle nostre ottime prestazioni nella gara middle e long siamo riuscite a vincere il terzo posto, e cosi anche io ho vinto una medaglia (quella di bronzo) ai mondiali militari a Rio! E con questo vi ho anche già spiegato cosa vuol dire “6, 5, 4, 3”!

Terzo rango nella classifica a squadre

Terzo rango nella classifica a squadre

Sole e Mare: Brasile non è stata una bella esperienza solamente per le gare, ma chiaramente anche per il caldo, il sole e il mare! Soprattutto i primi giorni, quando eravamo alloggiati in un hotel a Buzios, ci siamo goduti il sole e il mare! Un giorno abbiamo fatto un giretto in barca fermandoci alle spiagge da cartolina per fare il bagno. Anche dopo l’allenamento intervalli un bel tuffo nel mare è stato rinfrescante! Diciamo che ho riempito le riserve di vitamina D (grazie al sole) per tutto l’inverno!

Una spiaggetta di Buzios

Una spiaggetta di Buzios

Acai: Grazie alla frutta fresca tropicale che potevamo mangiare a colazione, pranzo e cena, oltre alle riserve di vitamina D, ho riempite anche quelle di vitamina C! E la cosa più buona che ho mangiato, è stato l’Acai, che è un frutto speciale che viene mixato e servito un po’ come un gelato! Buonissimo! Da quando l’ho provato la prima volta, ne ho mangiato uno tutti i giorni! ;-)

Il mio Acai (quello viola!)

Il mio Acai (quello viola!)

Dopo un ultimo giorno a Rio de Janeiro come turisti,  dove abbiamo potuto vedere il “Cristo redentore”, Copacabana, Ipanema e altre attrazioni della città, siamo atterrati a Zurigo giovedi pomeriggio. Dall’aeroporto di Zurigo sono poi tornata diretta in Ticino, dove da venerdì a domenica si è svolto l’abituale weekend di analisi e preparazione della nuova stagione. Oltre al test di forza, tante riunioni e la festa finale, quest’anno abbiamo anche corso il “Saliscendi Test”, und test fisico che ho pianificato io come preparazione agli europei del 2018 in Ticino.

In visita sul Corcovado!

In visita sul Corcovado!

Per il resto sono tornata alla vita impegnativa da masteranda a Zurigo, con i primi test in laboratorio e gli allenamenti dell’NLZ. Questo sabato, alla cena di natale della mia società O-92 abbiamo anche festeggiato l’annata 2016 e sono stata premiata per i miei successi! Ho addirittura avuto l’onore di ricevere l’inno svizzero suonato dal corno svizzero! Grazie a tutti per il sostegno e il bel pensiero che ho ricevuto!

Grazie O-92!

Grazie O-92!

Comment

In partenza per il Brasile

Comment

In partenza per il Brasile

Nelle ultime settimane non è successo tanto sul mio sito internet, così come effettivamente non è successo molto nell’ambito della CO. Da metà ottobre sono tornata alla vita da studente e ho iniziato la mia tesi di master al laboratorio di fisiologia dello sport del politecnico di Zurigo. Le giornate sono quindi principalmente occupate dallo studio, e per una volta ho passato dei week-end senza gare. Ho potuto partecipare a due matrimoni, visitare famigliari e amici e fare altre cose che non ho il tempo di fare durante l’anno. Inoltre ho partecipato alla premiazione del miglior sportivo ticinese, dove ho ottenuto il 5° posto nella categoria assoluta! Grazie per tutti i voti che mi avete dato!

Ora mi sono ripresa dalla lunga e impegnativa stagione, ma prima di iniziare la preparazione specifica per il 2018, mi aspetta ancora un’ultima bella avventura: i mondiali militari di CO in Brasile! Domani partirò assieme a Sarina e ad altri 6 ragazzi per Rio de Janeiro, dove dal 18 al 21 novembre potrò lottare per le medaglie nella media distanza, nella lunga distanza e nella staffetta. A Rio la temperatura sarà tra i 25 e i 35 gradi, i paesaggi nei dintorni sono da cartolina, ma i boschi sembrano delle vere e proprie giungle! Vedrò di dare il massimo e di lottare attraverso i verdi… Sono curiosa di vedere cosa ci aspetta!

L’onore di partecipare a queste gare è dovuto al fatto che Sarina ed io abbiamo fatto la scuola reclute per sportivi d’élite, grazie alla quale dopo una piccola parte di formazione militare ho potuto vivere da professionista a Macolin. Ora ho la possibilità di ringraziare per il sostegno ricevuto conquistando delle medaglie! Farò del mio meglio! J

Comment

Weekend ad Aarau ricco di successo!

Comment

Weekend ad Aarau ricco di successo!

Che finale di stagione!! Il weekend di gare di coppa del mondo in casa sono state per me un vero successo! Non solo sono molto contenta delle mie prestazioni tecniche e fisiche, ma anche con il ranghi otenuti sono più che soddisfatta!  È stato un finale di stagione perfetto, grazie al quale ora mi posso godere un po‘ di meritato riposo, e al contempo mi hanno dato tanta motivazione per la prossima stagione!!

in azione nel bosco!

in azione nel bosco!

Per una volta, la trasferta a gare internazionali non è iniziata all’aeroporto di Zurigo per volare da qualche parte in un’altra nazione, ma giovedì sul mezzogiorno ho potuto tranquillamente prendere il treno per recarmi ad Aarau, al nostro albergo. Dopo un allenamento, riunioni varie, tanto far niente ed essere nervosi, venerdi pomeriggio è iniziato il tutto con la staffetta sprint. Io ho corso per l’ennesima volta la prima tratta nella seconda squadra, e come spesso ho corso bene! Questa volta però sono estremamente contenta di come son riuscita a fare la mia gara, prendendo tutte le scelte di percorso che volevo io e senza farmi influenzare dagli altri. Il percorso era molto divertente e ci siamo divisi molte volte, visto il concetto di gara speciale. Talvolta ero completamente da sola, talvolta in un gruppone, ma alla fine grazie al giretto più corto finale, sono riuscita a portarmi in vantaggio. È stato un bel feeling sapere di essere davanti a tutti in una gara di coppa del mondo…;-) Dall’ultimo punto all’ arrivo però Lina Strand (Svezia) mi ha superato, e così ho potuto dare il cambio ad Andreas Kyburz in seconda posizione!

Al passaggio spettacolo della staffetta sprint

Al passaggio spettacolo della staffetta sprint

Anche i miei compagni di squadra Andreas Kyburz, Florian Howald e Sabine Hauswirth hanno fatto delle ottime gare, e per tanto tempo eravamo al comando della gara! Ma c’è un motivo per il quale noi siamo solo la seconda squadra… perchè la prima squadra è ancora piu forte! Così SUI 1 si è portata a casa una meritata vittoria, mentre noi eravamo soddisfatti del nostro terzo rango!

3. rango staffetta sprint

3. rango staffetta sprint

Sabato c’era in programma la lunga distanza nel bosco Rütihof con arrivo alle scuole di Aarau. Un tipico bosco del Mittelland, con tante strade e tanto verde. In sé niente di speciale per noi orientisti svizzeri… Però con un sistema di gara un po’ speciale, con partenza a coppie, loops, farfalle e cambio cartina è stato molto interessante. “Full Speed and No mistake” sarebbe il motto ideale per questo tipo di gara… io ho provato a dare il massimo speed che avevo, ma ho fatto un paio di imprecisioni qua e la e un errore un po’ più grande al punto farfalla. Però in generale avevo sempre tutto sotto controllo e ho cercato di dare il massimo fisicamente. Anche se era partenza a coppie, per gran parte della mia gara ero in giro da sola, solo alla fine, all’ultimo giro della farfalla avevo un o di compagnia! Anche se ho fatto qualche errore, con il 12esimo rango ho ottenuto il mio miglior risultato nel bosco in coppa del mondo, e quindi posso essere molto contenta!

Sprint finale della long con il tifo o-92

Sprint finale della long con il tifo o-92

Domenica, per finire in bellezza, c’era in programma la sprint nella bella cittadina di Aarau. La gara in città della coppa del mondo in svizzera è sempre la gara migliore dell’anno, grazie alla fantastica atmosfera e il bel percorso. Così, anche se avevo le gambe stanche e l’intestino un po’ sottosopra dalla lunga distanza (e dai gel usati in gara) sono riuscita a tirare insieme tutte le energie per l’ultima gara. Grazie anche ai miei fan ticinesi che mi ha incitato e fatto il tifo lungo quasi tutto il percorso sono riuscita a fare una gara per me tecnicamente perfetta, e sono riuscita a tirar fuori tutto quello che avevo dalle gambe. Il risultato:  il mio terzo 6. rango di quest’anno!! :-) Sembra quasi che ho fatto l’abbonamento per il 6. rango nelle sprint alle gare internazionali… L’anno prossimo vedrò di ricevere un abbonamento di prima classe! ;-)

partenza sprint con tifo O-92

partenza sprint con tifo O-92

La stagione per me è ormai finita, questa settimana mi sono già goduta la pausa e mi sono concentrata sull’inizio della mia tesi di master (per quello che l’articolo arriva solo ora… Ormai è finita la pacchia, ora mi tocca tornare a studiare!!). Ma ciò non vuol dire che domani e domenica non mi impegnerò a finire la stagione veramente in bellezza… in fondo c’è in programma di nuovo una sprint (anche se un po’ diversa dal solito…). 

Colgo l’occasione per ringraziare tutti i miei fans, la mia famiglia, i miei sostenitori e sponsor che mi hanno sostenuto in questa fantastica stagione! Anche grazie a voi sono riuscita a ottenere questi bei risultati e a fare questo grande passo avanti nella mia carriera! Grazie di cuore!

Grazie soprattutto alle mie società O-92 Piano di Magadino e Halden SK, ai miei sponsor LaMobiliare, S-Sport e Ingegneria Sciarini!

Premiazione 6. rango sprint

Premiazione 6. rango sprint

Comment

Vittoria alla 25Manna!!

1 Comment

Vittoria alla 25Manna!!

Questo weekend ho partecipato alla gara "25Manna" vicino a Stoccolma, una staffetta di CO che incorona "världens bäste klubb", cioè il club di CO migliore al mondo! E noi abbiamo vinto!! :-)

È stata la mia prima vittoria con i colori dell' Halden SK!!

La staffetta è di ben 25 tratte e ogni squadra è formata da corridori elite donne e elite uomini, ragazzi, seniori donne e seniori uomini. Per vincere, non basta quindi avere i migliori orientisti al mondo del momento, ma servono anche tanti ragazzi, genitori e nonni in forma e motivati!

Io ho aperto le danze correndo la prima tratta. Ero molto nervosa, visto che non avevo mai corso la prima tratta in questa gara. Sono partita molto bene e a un terzo di gara ero con un gruppetto davanti, con quasi un minuto di distacco da quelli dietro. Poi però sono arrivati dei punti difficili in costa, dove tanti hanno sbagliato e han corso al farsta sbagliato (anche io). Qui la prima trattista del Tampere Pyrintö, l'unica che è passata senza errori da quella zona, ha fatto un buco di quasi 30secondi. Metre noi dietro ci siamo ritrovati in un gruppone. Timbrato il mio punto la gara è continuata abbastanza bene, anche se ero più nervosa e più stressata visto tutta la gente che avevo intorno. Purtropppo ho ancora fatto un errore al penultimo punto, e così sono arrivata all'arrivo come 23esima con 1 minuto e 30 secondi di distacco. Non era una gara perfetta, ma comunque dal risultato e distacco una buona prima tratta. Ho dato il cambio al mio compagno di squadra Andreas, e da li via ho aspettato quasi 5 ore, prima di poter festeggiare la vittoria...

Dopo la gara, per riprendermi dal freddo ho dovuto fare una visita alla sauna dell'albergo, e alla sera abbiamo festeggiato la vittoria con un buon buffè e una serata in compagnia!

Domenica ho partecipato al 25mannakorten, una gara sulla media distanza sulla stessa cartina del giorno prima. Anche se ho aspettato due ore al centro gara prima di poter andare alla partenza, sono riuscita a non sapere il mio orario di partenza... Così per la prima volta nella mia carriera sono partita troppo tardi in gara! Per fortuna solo un minuto... Anche questa gara non era perfetta, ma è stato comunque un piacere correre nei fantastici boschi svedesi.

Il week-end a Stoccolma non è stato un successo solo per via delle gare, ma anche perchè ho passato il venerdì pomeriggio in città con la mia cara amica Laura! :-)

1 Comment

Giungla estone!

Comment

Giungla estone!

Sono appena tornata da un’intensa settimana in Estonia, caratterizzata da tanti boschi verdi, paludi e battaglie contro i moscerini... Una settimana intensa e con tante ore di allenamento. Ora è tempo di riposo e uno sguardo indietro...

Alle gare di selezione (7. Nazionale Tägerwilerwald, LOM Seerücken e WRE Sprint a Ebnat-Kappel) ho mostrato delle prestazioni solide (5a alla middle, 6a ai LOM, 5a alla sprint) che son bastate per essere selezionata per tutte le gare che volevo (tutte le discipline della finale di coppa del mondo a Aarau, e i CISM in Brasile). Dopo quelle gare fisicamente molto dure nella regione della Turgovia,  ho passato finalmente di nuovo un weekend in Ticino, dove oltrettutto ho potuto vincere il titolo di campionessa ticinese DAL dopo un inizio di gara tutt’altro che perfetto (4min di errore al primo punto!). Arcegno è sempre un bosco tosto tecnicamente, uguale quante volte ci ho già corso…

In seguito ho passato una settimana con la nazionale in Estonia, nelle vicinanze di Otepää, per prepararci ai mondiali dell’anno prossimo. Visto che ero già stata in Estonia l’anno scorso, a correre le gare dell’Euromeeting, sapevo cosa aspettarmi: boschi verdi, vere e proprie giungle, paludi ma anche tratti di bosco velocissimi con forme di rilievo molto fini ed interessanti. Devo dire che i ricordi erano peggiori di quello che abbiam trovato quest’autunno. Infatti i boschi erano ancora paludosi e talvolta verdi e schifosi, ma spesso anche veloci e belli. Proprio per aver lo spirito giusto per attraversare questi tratti di bosco brutti, abbiamo fatto tanti allenamenti medi/intensi! Un allenamento a staffetta con la nazionale francese, una sprint, una sprint relay, un allenamento intervalli nel bosco e così via.

Massenstart per la sprint relay, con un ospite maschile....

Massenstart per la sprint relay, con un ospite maschile....

Così il venerdì, quando ci siamo spostati da Otepää a Võru per andare a correre le gare Suunto Games, le mie gambe e la mia testa erano già molto stanche… La cosa positiva di partecipare a delle gare a fine campo d’allenamento, è che anche se si è molto stanchi, si trova la motivazione e la concentrazione per l’allenamento, visto che si indossa un pettorale, si ha la Si-Card al dito e c’è una classifica. E così è stato! Sabato mattina volevo ancora rinunciare alla lunga distanza, ma poi è andata molto bene ed è stato uno dei migliori allenamenti della settimana. E domenica ho addirittura corso ancora meglio, arrivando 14esima nella media distanza, con le avversarie quasi da mondiale. Così ora son tornata a casa con dei ricordi positivi dell’Estonia, anche se so che c’è ancora tanto da lavorare (soprattutto con la bussola) se veramente voglio provare a correre una disciplina nel bosco l’anno prossimo ai mondiali!

Ora si continua ancora tre settimane con viaggi e gare, prima di poter finalmente concedermi una pausa! Venerdì riparto per un weekend a Stoccolma, dove correrò la famosa 25-Manna (staffetta a venticinque tratte) con il mio club norvegese Halden SK, e la settimana dopo correrò alla finale di coppa del mondo in Svizzera, dapprima la staffetta sprint venerdì a Telli con Florian Howald, Andreas Kyburz e Sabine Hauswirth, poi la lunga distanza a Roggenhausen sabato e infine la gara sprint in città ad Aarau domenica!

Riservatevi il weekend che vorrei avere tanto tifo ticinese! ;-)

Inoltre non dimenticate di votare per me e Tobia per il miglior sportivo ticinese 2016! Entrambi facciamo parte dei 10 finalisti! Cliccate sul link sotto e vorate (per avere un voto valido bisogna scegliere 4 atleti dalla lista).

Link sito aiuto sport ticino

 

Comment

Stagione autunnale partita

Comment

Stagione autunnale partita

Con la nazionale e i LOM nel canton Turgovia, inizierà fra poche ore ufficialmente la seconda parte della stagione 2016. Saranno solo due mesi di stagione autunnale, ma saranno due mesi molto intensi con tante gare, campo d'allenamento in Estonia, coppa del mondo, SPM,... Infatti le due gare del weekend non solo saranno due gare importanti a livello nazionale (sabato Swiss Elite League e domenica campionato svizzero sulla lunga distanza), ma sono anche gare di selezione per gli eventi più importanti dell'autunno: Euromeeting in Lettonia, finale di coppa del mondo ad Aarau e ora per me anche per i mondiali militari a Rio (Brasile). È quindi molto importante correre bene e arrivare nelle prime 8 donne!

Dopo i mondiali ho fatto 5 giorni di vacanza a Barcellona, e al ritorno ho riniziato con gli allenamenti seri. In una settimana però non si possono fare miracoli, soprattutto se non si può neanche esagerare visto le gare importanti del week-end. Quindi non so bene come è la mia forma, soprattutto visto che gli ultimi mesi li ho passati soprattutto a fare sprint e non lunghe distanzi.... Io cercherò comunque di fare del mio meglio e di fare delle belle gare concentrate, poi vediamo per cosa riesco a qualificarmi!!

Link per le gare del weekend: http://www.napoleon16.ch

Comment

WOC 2016 Strömstad

1 Comment

WOC 2016 Strömstad

I lungo attesi mondiali a Strömstad fanno ormai parte del passato!

Già nel 2011, quando ero una ragazza alla pari ad Halden, si iniziò a parlare di questi mondiali a Strömstad, quindi quasi "in casa" per gli atleti di Halden. A quei tempi ero ancora una juniores e sognavo già di poter correre e lottare per le medaglie a quei mondiali! Gli anni seguenti però sono stati duri e con pochi successi nell'ambito della CO, e anche se i mondiali a Strömstad erano sempre un po' nella mia testa, non ci speravo più. Fino a questo inverno, quando mi son messa come obiettivo "ottimale" di qualificarmi per la sprint ai mondiali. Sapevo che era un obiettivo difficile, ma ho riniziato a sognare!

Ed ecco che questi mondiali "in casa" sono già finiti, ed io ne ho fatto parte!! :-)

È stata una settimana emozionante con tanti successi rossocrociati e tanti bei momenti passati con la squadra e anche con tanti tifosi svizzeri e norvegesi! Correre così bene la gara sprint è stato bello e soprattutto ripagante per tutti gli sforzi degli ultimi anni. E sembra che la mia primavera da professionista, grazie al sostegno dell'esercito svizzero, abbia portato i suoi frutti. Seguire i miei amici e fare il tifo durante le altre gare è stato bello, ma soprattutto motivante per i prossimi anni. Il mio prossimo oviettivo è correre anche una gara boschiva ai prossimi mondiali.... e un giorno vorrei far parte della staffetta!!

Con un bel banchetto finale abbiamo festeggiato le 8 medaglie svizzere e gli altri bei risultati. Ora mi godo 4 giorni a Barcellona, con sole, mare, spiaggia, città,... e soprattutto niente CO, per riprendermi da questa settimana impegnativa sia fisicamente che emotivamente, e poi tornerò motivatissima per la stagione autunnale!

1 Comment

Diploma mondiale!!

Comment

Diploma mondiale!!

Ieri, sabato 20 agosto 2016, ho disputato la mia prima gara a un mondiale di corsa d'orientamento! Il risultato? Il sesto rango, e di conseguenza un diploma mondiale! :-)

Che emozioni!!

È stato un sabato impegnativo quello di ieri. Sveglia alle 6:00 per fare colazione tre ore prima della mia partenza. Dopo un paio di ore di nervosismo, alle 9:24 sono finalmente partita in gara per la qualifica sprint nei quartieri e nel parco di Strömstad. Con una gara sicura e pulita mi sono qualificata tranquillamente come 5. del mio Heat per la finale al pomeriggio.

Ancora un po' statica nella gara di qualifica....

Ancora un po' statica nella gara di qualifica....

Dopo altre ore di attesa e soprattutto tanto nervosismo son partita in gara alle 16:13 per la finale sprint di CO dei mondiali nel centro di Strömstad. Son partita molto bene, avevo le gambe velocissime e mi sentivo sicura sulla cartina. Al passaggio nell'arena, oltre al tifo, ho anche sentito il nosto capo allenatore gridarmi che stavo andando benissimo e di continuare così. Purtroppo però nella seconda parte ho fatto un errore entrando in un piazzale non marcato sulla cartina e ho avuto ancora due insicurezze. Ma per il resto ho continuato a buon ritmo e decisa, e arrivata all'arrivo ero contenta della mia gara. Ma solo dopo una quindicina di minuti, quando tutte le donne erano all'arrivo e io finalmente ho visto una classifica, mi sono accorta di essere arrivata 6.!! Sesta alla mia prima gara di un mondiale! Che sorpresa!

...più dinamica nella finale!

...più dinamica nella finale!

E se non bastasse, noi tre svizzere al via ci siamo piazzate tutte nelle top 6! Judith seconda, Rahel quinta e io sesta!! Che inizio col botto di questo mondiale!!

Questa gara sprint era la mia gara principale dei mondiali. Ora sono ancora riserva per la staffetta sprint (inizio staffetta fra poco meno di tre ore), per la media distanza e sono nel gruppo della staffetta!

Grazie a tutti i tifosi che mi hanno sostenuto live a Strömstad ma anche quelli che mi hanno seguito da casa o dalle scuole di Gerra-Piano!! ;-)

GRAZIE!!!!

Flower Ceremony

Flower Ceremony

Comment