Manca esattamente una settimana…. Fra sette giorni a quest’ora sarò nervosissima e starò correndo la finale sprint dei mondiali! Non vedo l' ora!

Al momento però sono ancora in Svizzera, tra una trasferta e l’altra in Lettonia. Siamo tornati mercoledì scorso dall’ultimo campo di preparazione in Lettonia e mercoledì prossimo, il primo d’agosto, ripartiremo. Il campo è stato intenso come ogni anno, abbiamo fatto una simulazione gara per ogni disciplina, più qualche allenamento speciale, in modo da essere prontissimi per i mondiali. Oltre che all’allenamento fisico, c’erano in programma vari colloqui con Vroni e con Andle (psicologa sportiva), una riunione per disciplina e altre discussioni su possibili percorsi, partenze, … In generale gli allenamenti sprint sono andati bene tecnicamente, ma di nuovo mi sono accorta che fisicamente mi manca ancora un po’ la marcia da ingranare verso la fine della gara. Gli allenamenti middle e staffetta sono andati bene, sia tecnicamente che fisicamente, e mi hanno dato fiducia. Mentre l’allenamento finale, la lunga distanza, è stata un po’ un disastro… Pascolato al primo punto, mancato il sesto, letto dal punto 8 al punto 11 al posto che al 9, salita la valle parallela al 12 e chi più ne ha più ne metta! Da una parte mi ha tolto un po’ di fiducia in me, d’altra parte penso che quest’allenamento finale mi ha fatto capire che per andare bene in questi boschi mi servono tanto rispetto, la bussola e la precisione. E in più, si dice che se la prova generale fallisce, la prima va bene! 😉

 Foto: Gabriel Lombriser

Foto: Gabriel Lombriser

  Foto: Gabriel Lombriser

Foto: Gabriel Lombriser

Per il resto il campo non è stato solo correre e correre, ma come ogni anno c’era in programma anche il “team event”! Questa volta non dovevamo sfidarci a vicenda, ma abbiamo dovuto collaborare come un vero team. Con la canoa siamo partiti da Cesis e abbiamo remato nelle acqua del fiume Gauja fino a Ligatne. Lungo la via abbiamo dovuto preparare l’aperitivo, cucinare pranzo al fuoco e mangiare il dessert! È stata una giornata fantastica con un menu da 3 stelle Michelin! 😉

 canoa...

canoa...

 "Schlangenbrot"

"Schlangenbrot"

 Salmone e spiedini

Salmone e spiedini

In generale  la mia preparazione è andata molto bene… ora mi servono gli ultimi giorni per riposare, recuperare e perfezionare la forma. Trovare quell’ultima marcia in più che mi serve per raggiungere i miei obiettivi! Però devo anche curare il mio piede. Infatti da  ormai un paio di settimane mi fa male il piede sinistro. Non in un punto specifico ma un po’ in generale. Con tanta fisioterapia, massaggio, ultrasuoni e cremine sto cercando di curarlo il meglio possibile. Ho anche spostato qualche allenamento di corsa nell’acqua, in modo da non ricevere colpi. Non abbiamo ancora capito bene cosa sia il problema (o meglio dire, non voglio saperlo fino a dopo i mondiali), ma anche se forse farà un po’ male, sono convinta di poter correre le mie gare!

Prima di tornare  dalla Lettoni  a ricaricare le batterie, abbiamo fatto una discesa in bob dalla pista di Sigulda! È stata un’emozione a tutta velocità sfrecciare a 85km/h giù verso il fiume Gauja… speriamo che rivivrò le stesse emozioni fra una settimane nelle vie di Riga!

 Let's go!

Let's go!

 Foto: Gabriel Lombriser

Foto: Gabriel Lombriser

Comment