Finita la bellissima settimana degli europei mi sono ritrovata a casa con le gambe stanche, mal di schiena, due medaglie d'oro, un diploma, un sacco di emozioni e.... soprattutto una piccola depressione. Finito il grande evento per cui mi sono preparata per quasi due anni,  per cui ho investito tanto, per il quale principalmente sono ritornata in Ticino e al quale ho praticamente adattato la mia vita, mi è rimasto un gran vuoto. A questa settimana pensavo già da mesi e mesi, ne parlavo tanto io e se n'è parlato tanto intorno a me (prima, durante e dopo). La mia preparazione è stata ottimale e tutto è andato come pianificato. E poi finalmente sono arrivati questi EOC, ma (troppo) in fretta sono anche passati. E non sono delusa della settimana, anzi, con due medaglie d'oro non posso mica lamentarmi, ma comunque tante volte ho pensato di voler di nuovo correre, rivivere la fase finale della sprint-relay, ma questa volta col sorriso sulla faccia e godendomi il gran tifo, oppure prendere una scelta diversa a Mendrisio e vedere a cosa avrebbe portato, oppure ancora prendere bene la direzione uscendo dal sentiero verso il punto 18 alla long in Capriasca. Ma in generale i ricordi sono molto positivi ed è stata decisamente una delle settimane più speciale ed emozionanti della mia carriera, e probabilmente è proprio per questo che finiti gli EOC, per un paio di giorni ero un po' persa, mi sentivo un po' triste, sola e senza un obiettivo di vita. Cosa faccio adesso? Riesco a motivarmi per i mondiali in Lettonia di inizio agosto? Cosa faccio nel mio futuro lavorativo? Dove vado a vivere?

Tante domande, alle quali al momento non avevo voglia di dover pensare e rispondere…

Così mi sono goduta la mia settimana di pausa con l'addio al nubilato e matrimonio di Julia Gross(ora Julia Jakob), serata ai Monti Motti con Luisa e Vero, tartar alla festa del Magg, concerto di Ed Sheeran a Manchester e soprattutto mi sono goduta il mio successo. Ho potuto festeggiare le mie medaglie in varie occasioni, soprattutto con un gran bell'evento organizzato da Banca Stato, dove grazie alla simpatica moderazione di Stefano Ferrando il pubblico ha potuto sentire qualche  anneddotto un po' diverso dal solito. Grazie a tutti per aver partecipato e a Banca Stato per aver organizzato questa serata!

 Evento BancaStato

Evento BancaStato

 Per una volta in versione elegante... (matrimonio di Julia)

Per una volta in versione elegante... (matrimonio di Julia)

Il primo giugno, quindi 3 settimane dopo la fine degli EOC, è riniziata la vita seria, con un allenamento Knock-Out Sprint a Burgdorf e il giorno seguente con la partenza al campo d'allenamento con la nazionale a Praga e in Lettonia. Il giorno stesso non ero molto motivata a partire, ad allenarmi duramente, ad essere di nuovo seria e a pensare ai WOC. Ma arrivata a Praga e inziato ad allenarmi è tornata anche la grinta, la voglia di lottare e di vincere. Fare sprint nelle grandi città è una delle cose che mi piace di più, soprattutto se le gambe vanno veloci! E con il passare del tempo è proprio tornato il piacere di vivere la vita da orientista: allenarmi, mangiare e dormire! :-)

Le sprint a Praga sono andate molto bene, anche se ho fatto pausa, la forma è rimasta molto buona. E in fondo anche in Lettonia mi sono divertita. I boschi erano molto verdi, ma avevo dei bei ricordi sia dai mondiali in Estonia (terreno simile), sia dalla gara di coppa del mondo di l'anno scorso (vittoria nella staffetta). Così, dopo una settimana intensa di allenamento sono tornata a casa con tanti tanti graffi sulle braccia, gambe e anche sul viso, ma anche con un' idea più chiara del mio futuro , con degli obiettivi e soprattutto con tanta motivazione per i mondiali ad inizo agosto!!

 Massenstart allenamento staffetta con FIN, LAT e LIT

Massenstart allenamento staffetta con FIN, LAT e LIT

 Morning activity

Morning activity

 Smile Again! :-)

Smile Again! :-)

Comment