Il mio primo campo d’allenamento della stagione è già concluso. Questi 12 giorni a Tenerife sono stati un gran successo: sole, caldo, mare, montagne, bei sentierini, ottimi allenamenti e buona compagnia.

IMG-20190105-WA0018.jpg

Durante il soggiorno sull’isola, il mio piede ha fatto il bravo, e anche i miei muscoli hanno risposto bene all’allenamento. Non mi sono allenata così tanto a corsa come ho fatto ad esempio l’anno scorso in Sudafrica, ma in questi ultimi mesi mi sono resa conto che per allenarsi bene non bisogna per forza correre tanto. Quindi giornalmente mi sono concentrata su un allenamento a corsa di qualità (ripetute in salita, intervalli sprint, longjogg, corsa veloce o scuola di corsa), seguito da un secondo allenamento in palestra (forza), in giardino, in acqua o sulla bici da corsa. Infatti Tenerife è famosa anche per i ciclisti, visti i bellissimi giri che si possono fare in questo paesaggio stupendo dell’isola.  Un bell’itinerario è sicuramente quello che parte da Los Cristianos al livello del mare e salie fino a oltre 2000m ai piedi del Mt Teide… “Girettino” di oltre 4 ore che abbiamo fatto nel giorno di “pausa”!!

IMG-20190105-WA0013.jpg

Per la prima volta ho anche festeggiato il primo giorno dell’anno con un tuffo nel mare!  Siccome quest’anno trascorrerò parecchio tempo in Norvegia per preparare i mondiali e dove non  si sa mai quanto calda è l’estate, meglio prevenire e sfruttare l’occasione per fare il bagno e godersi il mare già a gennaio! 😉

IMG-20190101-WA0003.jpg

Il ritorno alla realtà svizzera è stato molto duro. Atterrare mercoledì 9 gennaio a Zurigo, già quasi al buio (alle 16:00 di pomeriggio), con il cielo grigio e una “suppe” che scende dal cielo (mix tra neve e pioggia) è stato mentalmente difficile. Avrei voluto restare sull’aereo e volare di nuovo verso sud. Ma in fondo è bastata una bella dormita e un giorno di pausa per ritrovare le energie e tornare alla vita normale. E così ho ritrovato anche la motivazione per la prima gara dell’anno, il tradizionale Winter Stadt-OL (ex Effretiker-OL), che si è svolta domenica 13 gennaio. Questa per me è anche stata la prima gara dal mondiale in Lettonia dell’agosto scorso, in partica a ben 5 mesi di distanza! Le condizioni di gara erano completamente diverse da quelle dell’estate scorsa: a Bäretswil c’era così tanta neve, che le scelte migliori non erano le più corte, ma quelle con meno neve… La prima parte del percorso era abbastanza facile anche se io non ero ancora completamente sveglia. Non ho fatto errori, ma mi sentivo lenta. Da metà gara in poi sono arrivate scelte un po’ più interessanti che mi hanno fatto ritrovare anche la grinta. E così, grazie agli ultimi punti, mi sono portata a casa la mia prima vittoria del 2019! Anche se non si tratta di  una gara importante nel mio calendario, mi ha fatto proprio bene ricevere la conferma di essere tornata lì dove devo essere!

Premiazione sprint. Foto: OLG Pfäffikon

Premiazione sprint. Foto: OLG Pfäffikon

Nel pomeriggio si è svolta una staffetta sprint, che però non è andata altrettanto bene. La mia squadra non ha brillato dall’inizio fino alla fine. Anche io in ultima tratta ho fatto una scelta sbagliata, e ho anche mancato un incrocio che a causa della neve si è rivelato decisivo. Comunque sono tornata a casa soddisfatta da questa domenica di gara.

in azione durante la staffetta sprint. Foto: OLG Pfäffikon

in azione durante la staffetta sprint. Foto: OLG Pfäffikon

E tornare a casa significa di nuovo andare al caldo! Eh sì, perché in Ticino ultimamente sembra primavera, e per le prossime settimane la mia residenza principale sarà di nuovo Cugnasco. A Natale ho finito il semestre di studio a Zurigo, e fino alla mia partenza per la Norvegia a fine marzo sarò di nuovo principalmente al sud del Gottardo. Mi potete incontrare nelle palestre dei vari licei del cantone… oppure in giro al passo di corsa! 😉

Comment