La mia preparazione invernale sta andando molto bene. Anche se lavoro, fino ad adesso sono riucita a fare tutti gli allenamenti come da programma, senza acciacchi o malattia, e a fine gennaio ho terminato un blocco di allenamento intensivo. Dopo una settimana leggera (ma ancora più pesante al lavoro) sono finalmente partita per il mio primo campo d'allenamento della stagione.

 L'oceano di Sao Pedro de Moel

L'oceano di Sao Pedro de Moel

L'idea era di fare un campo d'allenamento in Portogallo, soprattutto per fare tanti allenamenti di CO e le prime gare, ma sicuramente anche per andare un po' al sole e caldo del sud. Purtroppo la meteo non era dalla nostra parte, e così ci siamo ritrovati con una settimana di pioggia, vento e freddo (soprattutto in casa, vista l'isolazione degli alberghi portoghesi...).

Ma per una volta non mi sono fatta scoraggiare dalla meteo, e dopo un lungo periodo invernale con poca CO, ero motivatissima per lavorare con i punti, la bussola e la cartina. L'obiettivo principale era sicuramente quello di testare la mia nuova tecnica di CO, che ho "costruito" mentalmente questo inverno.

Il campo era diviso in tre blocchi: la prima parte a Sao Pedro de Moel, alla costa, con boschi sabbiosi, tante curve di livello e bosco pulito. Qui la tecnica principale era correre diritto sotto la linea rossa, e tenere il controllo di dove si è con punti di controllo. Io sono nolto contenta di come ho lavorato, e dopo solo 5 allenamenti ero già KO per via del terreno sabbioso.

 il bosco nelle vicinanze di Sao Pedro de Moel

il bosco nelle vicinanze di Sao Pedro de Moel

 cartina dell' allenamento "lunga distanza"

cartina dell' allenamento "lunga distanza"

La seconda parte del campo, è stato il giorno di transito dalla costa nel entroterra, ed è stata una giornata di sprint. Attraversando il Portogallo in larghezza, per andare da Sao Pedro de Moel a Castelo de Vide, ci siamo fermati da prima a Porto de Mos e dopo a Constancia per fare due allenamenti sprint intensivi. Sono stati due allenamenti impegnativi, tecnicamente molto belli dove ho dato il massimo tecnicamente e fisicamente!

 in azione nella sprint a Porto de Mos

in azione nella sprint a Porto de Mos

 in azione a Constancia

in azione a Constancia

A Castelo de Vide il terreno che abbiam trovato era completamente diverso da quello della costa. Niente boschi, ma prati con tante formazioni di sassi, roccie e gruppi di alberi, cespugli e spine qua e la. Quindi in parte si poteva correre molto veloce, ma al momento giusto bisognava anche rallentare, capire bene dove è il punto in quel ammasso di roccie e sassi, e navigare perfettamente fino alla lanterna. Il mio obiettivo qui era di concentrarmi sulla lettura fine e quindi sul preciso attacco del punto. Anche qui ho lavorato bene, però è iniziata ad arrivare un po' la stanchezza fisica e mentale.

 terreno nei dintorni di Castelo de Vide

terreno nei dintorni di Castelo de Vide

Dapprima abbiamo fatto tre giorni di allenamento, e infine, come gran finale, abbiamo partecipato alle gare NAOM (due gare nella media distanza e una sprint notturna). Ho cercato quindi di tirare insieme tutte le ultime energie e dare il meglio alle tre gare finali. Nelle due gare nel bosco l'obiettivo era di correre usando il mio piano e concentrarmi sulla precisione (e non guardare al risultato), mentre nella sprint puntavo in alto, sia come prestazione tecnica che come risultato!

Middle WRE Sabato 13 febbraio:

Gara tecnicamente difficile ma molto variata e bella. Sono partita molto bene e della prima metà della gara sono molto soddisfatta. Nella seconda parte ho fatto un primo errore, poi un secondo e non c'è due senza tre, così ho fatto anche un terzo errore, questa volta abbastanza grande. In conclusione: non una gara ottimale, ma comunque qualcosa di buono c'era (la prima parte) da prendere per il giorno dopo.

Risultato Middle Sabato

 Sprint notturna Sabato 13 febbraio:

Bella sprint al buio nella cittadina e nella fortezza di Castelo de Vide. Molte scelte di percorso, stradine intricate, scalinate e soprattutto tanta salita e discesa. Qui ho poco da dire: ho fatto un'ottima gara, ero sempre pronta per il prossimo punto, mi sono divertita un sacco e ho dato il massimo. Risultato: vittoria a parimerito con Tove Alexandersson! :-) Non era ancora una gara importante,  ma comunque una bella motivazione, e la conferma die miei allenamenti!

Risultato sprint notturna:

Middle Domenica 14 febbraio:

Con la gara finale del campo d'allenamento sono molto soddisfatta. Anche qui ho fatto qualche errore, ma più piccoli, e soprattutto sono riuscita a seguire il mio piano di gara dall'inizio alla fine e ho lavorato bene. Ho ancora da migliorare la mia tecnica, ma questa è una buona base per il proseguimento della stagione!

Risultati middle domenica

Una settimana di allenamento, mangiare e dormire mi ha fatto proprio bene! È stata una settimana intensiva, con tante ore di CO, sia di forma estensiva che intensiva. Anche fare le prime gare della stagione, e così avere un primo confronto con le altre atlete internazionali, ha fatto bene per la motivazione e per il proseguimento dell'allenamento invernale!

Comment