Sono passate cinque settimane dalla mia operazione al piede. La mia convalescenza procede bene e il controllo quattro settimane dopo l’operazione è stato positivo. L’osso sta iniziando a crescere e a guarire. Ci vuole comunque ancora tempo finché sarò guarita… io però sono molto contenta del risultato della radiografia e anche del fatto di poter iniziare a muovermi senza stampelle e di poter andare in bici. Ora posso variare i miei allenamenti tra acquajogging, forza, bici ed esercizi di fisioterapia. Ha quasi senso fare di nuovo un piano d’allenamento! 😊

Anche se non sono potuta andare in Norvegia alle gare di coppa del mondo, al campo d’allenamento con la nazionale e non ho partecipato alle gare di selezione per la coppa del mondo in Cechia e all’Euromeeting (tutti appuntamenti che avevo in programma), nelle ultime settimane non mi sono annoiata come temevo.

Prima di tutto ho partecipato a vari eventi molto belli come ospite d’onore. In una giornata di sole e caldo tantissima gente è uscita di casa per fare sport durante Sportissima. Sia a Tenero al CST, che in Capriasca all’arena sportiva sono stati tantissimi i bambini e gli adulti che hanno provato a praticare la corsa d’orientamento. Il giovedì seguente, durante il Summer Festival, il comune di Cugnasco – Gerra e la mia società O-92 hanno organizzato una serata in mio onore. Grazie alle belle parole ricevute e a tutti per aver partecipato a questa bella serata!

 Sportissima Tenero, Foto by Vale

Sportissima Tenero, Foto by Vale

 Sportissima Tesserete

Sportissima Tesserete

 Serata di festeggiamenti a Cugnasco-Gerra, Foto by Marco Garbani

Serata di festeggiamenti a Cugnasco-Gerra, Foto by Marco Garbani

Oltre che partecipare a vari eventi in Ticino, è anche arrivato il momento di lasciare il mio bel cantone e tornare a Zurigo. Dopo aver di nuovo vissuto per più di un anno in Ticino è stato proprio difficile lasciare Cugnasco e tornare oltralpe. La decisone è stata dura, ho passato varie notti insonni a decidere su cosa fare, ma alla fine mi sono decisa per Zurigo.

Vivere in Ticino per un anno per preparare gli europei in casa è stata la scelta giusta. Ho abitato di nuovo a casa, mi sono allenata nei terreni simili, ho partecipato agli allenamenti della mia società O-92, ho  e ho anche potuto approfittare dell’effetto mediatico degli europei. Direi che ho vissuto in modo intensivo tutto quello che è girato intorno all’europeo di CO in casa. Ed è stata un’esperienza indimenticabile! Parallelamente, durante l’anno appena passato, ho avuto la possibilità di lavorare al CST, dove mi sono trovata molto bene, sia con il lavoro che con i colleghi. E soprattutto ho apprezzato molto la comprensione per lo sport e per la mia carriera da parte di tutti. È difficile trovare un datore di lavoro più comprensivo e flessibile! Grazie!

Ma se tutto è stato così bello e positivo, perché ho deciso di tornare a Zurigo? I motivi sono vari. Da una parte volevo tornare ad allenarmi con l’NLZ (Nationales Leistungszentrum di Zurigo), quindi con compagni di nazionale e altri orientisti di alto livello, essere più vicina alle gare, agli allenamenti, all’aeroporto e a tutti gli appuntamenti con la nazionale, che una volta passati gli europei in Ticino, si son spostati nuovamente oltre Gottardo. Dall’altra parte c’è anche la vita al di fuori della CO.  Nonostante io abbia finito i miei studi nel 2017, avevo ancora l’idea di concludere l’abilitazione per poter insegnare Sport. Ho iniziato questa formazione già durante gli studi, ma l’avevo messa da parte visto che già con gli studi normali e la CO ero abbastanza impegnata. Però se non continuo la scuola ora, penso che non lo farò più! Non da ultimo, anche spostarmi nuovamente un po’ più vicino a Florian è stato un criterio di decisione.

Quindi da una settimana ho di nuovo una camera in una WG a Zurigo, mi alleno all’ASVZ, vado a scuola Höngg e al poli in centro, ho i negozi aperti fino alle 20:00 di sera, i tram ogni 8 minuti e tutti gli altri vantaggi e svantaggi che porta con sé una città! Oltre che a studiare ed allenarmi lavoro anche un po’ nella diagnostica sportiva assieme al nostro medico della nazionale. Le mie giornate sono quindi belle piene e variate. Ma chiaramente non vedo l’ora di tornare in Ticino al weekend! 😉

Per finire, già che state leggendo il mio articolo su un dispositivo con internet, aprite anche la pagina http://www.aiutosport.ch/miglior-sportivo-ticinese-2018-voto/ e votate per me e gli altri orientisti (Elena e Elisa) per il miglior orientista ticinese! Grazie!



Comment